Ultima modifica: 3 Febbraio 2020

“Progetto Martina” la lotta ai tumori inizia a scuola

Il “Progetto Martina” è un Service Nazionale  a “costo zero” che il Lion Club svolge da diversi anni nelle scuole di Lucera, questo grazie ai Soci Lions Dott. Enrico Scarano “Coordinatore di Circoscrizione”, al Dott. Gerardo Roggia e alla Dott.ssa Maria Teresa De Vita.

L’obiettivo prioritario del progetto: dare ai giovani informazioni utili gratuitamente e senza secondi fini.

L’iniziativa è stata denominata “PROGETTO MARTINA“ perché qualche anno fa una giovane donna di nome Martina, colpita da un tumore alla mammella, ha lasciato un testamento: “informate ed educate i giovani ad avere maggior cura della propria salute

Il progetto illustra ai giovani come un cor­retto stile di vita e una appropriata cultura dell’alimentazione, possano prevenire l’insorgenza di malattie oncologiche.

I Lions hanno il compito di :

  • INFORMARE i giovani sulle modalità di lotta ai tumori, sulla possibilità di evitarne alcuni, sulla opportunità della diagnosi tempestiva e sulla necessità di impegnarsi in prima persona.
  • DARE TRANQUILLITÀ : è indubbio che il sapere come affrontare una malattia, il sapere che ci si può difendere e che si può vincere, dà tranquillità. La tranquillità che deriva dalla conoscenza, coinvolge tutti e permette di vivere con maggiore serenità.

Perché parlare ai giovani dei tumori?

  1. Perché alcuni tumori, quali il melanoma ed il tumore del testicolo, i tumori del seno e dell’utero colpiscono anche i giovani.
  2. Perché, anche se la maggior parte dei tumori si manifesta in età media o avanzata, molti tumori incominciano il proprio percorso in età giovanile e quindi è ai giovani che bisogna far sapere cosa fare e quando intervenire.
  3. Perché molti tumori sono causati anche da mutazioni di geni indotte nell’arco della vita da “fattori ambientali” e da “stili di vita scorretti” pertanto conoscere ed evitare fin da giovani questi “fattori di rischio” riduce il proprio rischio.
  4. Perché modificare alcuni stili di vita e sottoporsi a controlli periodici per la diagnosi precoce di alcuni tumori, quando ci si sente sani, richiede impegno da parte del singolo.

In sintesi, la lotta contro i tumori richiede conoscenza e impegno personale, richiede quindi “cultura” … e solo la cultura permette scelte consapevoli e persistenti.

Può ri­tenersi un impegno prioritario dei Lions “Educare i giovani a considerare la vita un bene prezioso e a sentirsi impegnati personalmente nella sua difesa”.

Al termine di ogni incontro la somministrazione di un questionario di apprendimento-gradimento, permette di monitorare e, soprattutto, di migliorare il contributo offerto.

I dati raccolti vengono elaborati in sede centrale e comunicati successivamente agli insegnanti ed agli studenti.

Un ringraziamento particolare va al Dirigente Scolastico, Prof.ssa Mirella Coli, sempre attenta alle problematiche sociali, che ha permesso la realizzazione di tale progetto.

Lavorare in gruppo e’ sempre garanzia di successo

Lion Prof.ssa  M. Rosaria Ricci